La miglior difesa per gli infortunati nella cessione del Banco Popular

Di recente abbiamo assistito a uno degli acquisti più veloci e strani nel mondo finanziario. Lo scorso giugno Santander ha acquisito il Banco Popular per il valore simbolico di 1 euro a causa del timore che non avrebbe liquidità per servire i propri clienti, chiedendo a sua volta che Santander aumenti il ​​proprio capitale di 7.000 milioni per coprire il capitale e le disposizioni necessarie con cui rafforzare il bilancio della banca intervenuta.

Ciò implica il peggiore degli incubi per più di 300.000 azionisti di questa entità e per i possessori di obbligazioni subordinate e obbligazioni convertibili che perderanno l’intero investimento. Una debacle a cui nessuno sarebbe disposto ad andare senza mantenere un minimo di lotta. Per tutti quegli azionisti che vogliono recuperare il loro investimento, il prestigioso studio legale leggere gli avvocati è disponibile a prestare la sua collaborazione ed esperienza di oltre 30 anni nell’affrontare questo tipo di controversie bancarie.

Questi avvocati specializzati Nella fornitura di servizi di difesa ai clienti contro inganni e frodi bancarie, includono sia coloro che hanno investito in Banco Popular, sia coloro che sono soggetti alle clausole fondiarie abusive, mutui IRPH (Mortgage Loan Reference Index), mutui multivaluta e obbligazioni e obblighi, tra le altre strutture e beni tossici di cui molti ignari clienti furono vittime.

Questi avvocati a Madrid collaborano attivamente con coloro che sono stati colpiti dalla vendita della banca popolare e confidano che andando direttamente alla giustizia europea per rivendicare la responsabilità, le richieste saranno soddisfatte. E, dal punto di vista esclusivamente giuridico, le decisioni di risoluzione dipendono dall’Unione europea e devono essere impugnate nell’ambito del Trattato sull’Unione europea.

Recupera i soldi dalle azioni

Come si dice, l’intervento dello Stato per trasferire questa entità finanziaria a Santander ha di fatto annullato il valore delle sue azioni, lasciando il denaro investito da più di 300.000 persone che hanno creduto e accettato le condizioni dell’aumento di capitale da parte di quest’ultima Banca.

In buona fede, non hanno mai previsto questa situazione di perdita totale dei loro investimenti. Inoltre, per aggiungere la beffa al danno, il Comitato di risoluzione unico dell’Unione europea (SRB) ha stabilito che per recuperare il denaro, azionisti e creditori devono essere i primi a sostenere le loro perdite, cioè coloro che impiegano più tempo per ricevere un risarcimento o i tuoi soldi indietro.

Comunque, azionisti interessati della banca popolare, con l’intermediazione dello Studio Legale Lean, hanno la possibilità di rivendicare il azioni popolari, sebbene ciò dipenderà dalle circostanze particolari di ogni caso specifico. La rivendicazione con opzioni di successo dipenderà da quando e come sono state acquisite le azioni del Banco Popular.

Ci sono tre momenti chiave che sono un riferimento per avviare o meno un’azione legale contro l’ente; se l’acquisto della quota è stato effettuato nell’aumento di capitale 2016 nel qual caso può essere rivendicato, se è stato acquisito in precedenza, nel qual caso si raccomanda di non agire per ora e, infine, se è stato dopo l’aumento di capitale ma dopo la comunicazione del Fatto Rilevante del 3 aprile 2017, nel qual caso si potrà avanzare reclamo ma tenendo conto che i casi di successo saranno notevolmente ridotti.

Cosa sono i mutui IRPH e perché sono manipolabili?

Il IRPH o indice di riferimento dei mutui ipotecari Si tratta di un indice ipotecario alternativo al noto Euribor che, sebbene in disuso, subisce tuttora il 13% degli attuali mutui spagnoli, ovvero circa 1.300.000 abitazioni. La differenza è che mentre l’Euribor scende, aumenta solo.

C’erano tre modi per applicare un file ipoteca irph fino a ottobre 2013: per banche, casse di risparmio ed enti. Quest’ultima era una modalità di mutuo irph che funzionava come media delle prime due e l’unico caso in cui i suoi pagamenti erano leggermente più economici nelle sue revisioni, anche se erano ben al di sopra di quelli in cui veniva applicato l’Euribor.

Le banche non sono obbligate a cambiare questo indice di riferimento ai propri clienti, per modificarlo le uniche possibilità sono implorare che ci concedano una rinegoziazione del mutuo o denunciare l’ente per mancanza di informazioni.

Se vuoi sapere come far valere questa frode ipotecaria così diffusa all’inizio di questo nuovo secolo, è meglio rivolgersi agli avvocati Lean e farsi consigliare da loro, perché con la garanzia che nel 99% dei casi che hanno effettuato il sentenza è stata favorevole, non c’è dubbio che sia il modo più efficace per cancellare questo tipo di mutuo, recuperare le somme incassate illegalmente con i rispettivi interessi e, inoltre, la banca finirà sicuramente per pagare le spese legali.

Crediti per obbligazioni e obbligazioni del Banco Popular

Il obbligazioni e obbligazioni emessi dalla banca popolare, e che sono diventati invalidi per gli investitori da quando lo Stato è dovuto intervenire, sono altri di quei prodotti finanziari che possono anche essere rivendicati e per i quali il team Lean Lawyers ha una formazione sufficiente per conoscere come richiedere bonus e obblighi e garantisci il tuo ritorno di successo.

Le obbligazioni convertibili e le obbligazioni subordinate sono state emesse dal Banco Popular in cambio dell’offerta di una remunerazione predeterminata, nel caso di obbligazioni fisse o variabili e non cumulabili. In questo caso l’emittente, cioè la banca, potrà ammortizzare anticipatamente il denaro al 100% dopo cinque anni, evitando il pagamento del compenso all’atto dell’annullamento, allo stesso modo il titolare dell’obbligazione non potrà non rivendicare né gli interessi non pagati né la conversione delle tue obbligazioni.

Le obbligazioni subordinate sono state invece vendute come prodotto finanziario ad alto rischio, consigliato esclusivamente ad investitori esperti, e consisteva nell’emissione da parte del Banco Popular di una serie di titoli a reddito fisso con un certo rendimento per una durata di dieci anni, offrendo un rendimento superiore alla media di altri prodotti finanziari più comuni che le banche commercializzano in modo simile ai depositi a tempo determinato, essendo in realtà molto diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.