Suggerimenti per prendersi cura dei piccioncini

I piccioncini sono uccelli molto apprezzati come animali domestici. Sono anche conosciuti come amo i pappagalli, piccioncini o inseparabili, perché i piccioncini hanno un solo partner per tutta la vita, al quale rimangono sempre uniti e mai separati da lei. Successivamente, ti offriamo una serie di suggerimenti che è importante seguire per prenderti cura adeguatamente di questi uccelli, se hai deciso di tenerli come animali domestici.

I piccioncini hanno un carattere molto allegro e sono molto affettuosi, giocherelloni e socievoli. Sono uccelli esotici, originaria delle foreste tropicali del continente africano, ma normalmente non hanno problemi di adattamento alla vita domestica. Per quanto riguarda il loro aspetto, sono uccelli molto belli, con piumaggio molto appariscente, con toni rossi, verdi, gialli o arancioni, e inoltre hanno occhi molto espressivi. Possono vivere fino a 15 anni se vengono curati adeguatamente e in buone condizioni. A Portale degli uccelli Avifischeri Puoi trovare tutti i tipi di consigli su come prendersi cura dei piccioncini.

I piccioncini devono essere allevati in coppia

Prima di tutto, è meglio avere un paio di piccioncini e che viene allevato insieme, poiché, come è stato commentato, questi uccelli non sono mai separati dal loro partner. Non dovrebbero essere messi insieme ad altre specie di uccelli nella stessa gabbia, poiché questi uccelli non accettano la coesistenza con altre specie. Puoi anche avere diversi piccioncini, ma sempre in coppia.

La gabbia deve essere spaziosa

Si raccomanda che la gabbia in cui si trovano i piccioncini abbia abbastanza spazio. Dovrebbe essere preferibilmente metallico, alluminio o acciaio inossidabile, poiché è più facile da pulire e più igienico delle gabbie di legno, che possono prevenire alcune malattie. Inoltre la gabbia deve essere collocata in un luogo arioso, privo di cattivi odori e che le dia luce naturale. La gabbia deve essere tenuta pulita, quindi è conveniente pulirla una volta alla settimana e sul pavimento è opportuno posizionare carta o terriccio per uccelli, in modo da assorbire le loro feci.

È anche importante che la gabbia abbia abbastanza spazio in modo che possano volare regolarmente e rimanere in forma. In questo senso, possono essere conservati in voliere all’aperto lunghe diversi metri.

Inseparabili che si alimentano

Una dieta sana è uno degli aspetti più importanti affinché gli uccelli possano vivere sani e felici. Il cibo ideale per i piccioncini è una miscela di semi a basso contenuto di grassi che contengono integratori vitaminici e minerali, come il becchime, l’avena e il girasole. Si consiglia inoltre di somministrargli cibo morbido, cioè frutta e verdura, di tanto in tanto, almeno una volta alla settimana. Frutta e verdura devono essere ben lavate e tagliate a pezzetti. Alcuni cibi adatti per loro sono mele, zucchine e carote, tra gli altri.

Luce diretta

Prendere il sole è molto importante per la salute di questi uccelli. Per questo motivo è conveniente che la luce del sole raggiunga la gabbia, possibilmente all’esterno, in modo che la ceda direttamente, senza alcun tipo di filtro, come il vetro della finestra. Le lampade Daylight possono essere utilizzate anche durante l’inverno.

Controlla la tua salute

Affinché i piccioncini mantengano un adeguato stato di salute, devono seguire una buona dieta ed essere mantenuti nelle condizioni appropriate. È una buona idea controllare spesso le loro condizioni e cercare alcuni segni che potrebbero indicare che non sono nelle migliori condizioni. Alcuni segni che indicano che l’animale ha un problema sono che è inattivo, che il piumaggio non ha un bell’aspetto, che ha la diarrea o mangia poco, che i suoi occhi sono gonfi, ecc. In questi casi è necessario rivolgersi ad un veterinario, esperto di uccelli esotici, per dirci qual è il problema e prescrivere il trattamento più appropriato per la loro pronta guarigione.

La riproduzione dei piccioncini

Prima che i piccioncini si riproducano, è necessario pensare a cosa fare con i pulcini, poiché ognuno di loro deve essere trovato un partner, con il quale non sono imparentati. Se hai deciso che vuoi che il tuo partner piccioncino abbia una prole, il passo successivo è fornire loro un nido, preferibilmente un tipo a scatola, e metterlo all’interno della gabbia.

A tal fine, è anche auspicabile che la gabbia sia abbastanza spaziosa. La femmina di solito depone da 3 a 6 uova e il periodo di incubazione dura circa 23 giorni. Dovrebbero stare con i loro genitori tra le 7 e le 10 settimane, a quel punto possono lasciare il nido, quando possono mangiare da soli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.