La crescita esponenziale di Anime

Il anime Sono disegni giapponesi. Sembrano i nostri vecchi cartoni animati o fumetti. Il suo nome deriva proprio da quello, è l’accorciamento dell’animazione. Non è una novità, esistono dal 1907, anche se avevano un nome diverso: senga eiga, Doga e successivamente animeeshon.

Parleremo della crescita degli anime principalmente in Spagna e paesi parlatori spagnoli (Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Porto Rico, Repubblica Dominicana, Uruguay, Venezuela e Guinea Equatoriale).

Questo tipo di contenuto audiovisivo non è diretto a un pubblico specifico. Lo guarda dai bambini, dagli adolescenti agli adulti. Inoltre, essendo divisi per generi, alcune classi sociali possono essere identificate con loro. Come possono essere studenti o dipendenti. Sempre più persone vedono tv anime. È qualcosa di comune in ogni casa e sempre più in qualsiasi paese.

Possiamo dividerlo in diversi tipi, ad esempio in base al pubblico:

  • Kodomo: Il suo pubblico è principalmente bambini. Ricreano il mondo con un tocco infantile. Con molti colori e di solito fantasia.
  • Seinen: Il suo pubblico è principalmente maschile. Nella fase adulta.
  • Josei: La parola giapponese significa “donna”. Il suo pubblico è principalmente femminile, anche in età adulta.
  • Shonen: Il suo pubblico è principalmente adolescenti. La parola giapponese significa “ragazzo”.
  • Shojo: Il suo pubblico è principalmente ragazze adolescenti.

Né è un genere specifico. Ci sono anime d’amore, bambini, avventura, fantascienza, sport, horror …

Questo contenuto in generale ha generato più di 2.000.000.000 di dollari nell’ultimo anno (2018). Secondo la Teikoku Databank, azienda giapponese attiva dal 1900, Anime ha avuto un aumento del 39,6% rispetto allo scorso anno. E questo significa un aumento del 54,9% dell’utile netto.

In modo che abbiamo un’idea generale. Nel 2000 sono state trasmesse in televisione circa 100 serie anime. Nel 2018 toccano le 400 serie emesse. Hanno anche notevolmente aumentato il numero di società di produzione di anime. Alcuni di loro hanno più di 100 persone che ci lavorano e molti con un reddito di capitale di 1.000 milioni di yen.

Anche il cinema giapponese in generale è cresciuto del 41% rispetto al 2015. Fu lo scoppio di “Your Name”, il film adattato, dal nome originale “Kimi no Na wa”.

Si tratta di due giovani uomini (Mitsuha e Taki). Entrambi provengono da due diverse parti del mondo, molto distanti e molto diverse. Uno dal campo. Un altro dalla città. E con stili di vita diversi. La cosa interessante di questo film cult giapponese è che cambiano corpo a volte quando dormono. Entrambi non sanno perché. La storia e la trama potrebbero essere riassunte in questo. Nella storia finché non si incontrano. Mescolato con un grande tocco di finzione e fantasia.

L’industria dei cartoni animati è cresciuta così tanto che anche il famoso YouTuber ElRubius, Rubén Doblas, ha una sua serie di questo stile. ElRubius, insieme a Zeppelin TV e Movistar, ha adattato il suo fumetto “Virtual Hero”. Sotto l’occhio vigile del regista Alexis Barroso. È stato anche esposto al famoso festival di Sitges, in cui è stato accolto molto bene. Può essere visto già su Movistar +.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.