CBD per animali domestici: cani e gatti

Non è una novità menzionare che il cannabidiolo (CBD) ha molteplici effetti medicinali per tutti i mammiferi. È riconosciuto dalla comunità scientifica per il suo potere analgesico e antinfiammatorio. È anche noto per le sue proprietà anticonvulsivanti.

Per questo motivo, molte persone oggi utilizzano CBD per animali domestici con lo scopo di trattare una vasta gamma di problemi terapeutici e comportamentali come spasmi muscolari, disturbi neurologici, ansia, convulsioni, lesioni e problemi di memoria. Alcuni specialisti lo consigliano, soprattutto durante il recupero da malattia o intervento chirurgico.

Convulsioni

Le convulsioni possono iniziare come focali e poi diventare generalizzate. Secondo le statistiche, tra l’1 e il 5% dei cuccioli soffre di convulsioni che di solito sono causate da malattie ereditarie, reni e fegato, danni alla testa, condizioni cerebrali maligne ed epilessia idiopatica, un sottotipo di epilessia con una forte base genetica e, la cui crisi si verifica da l’inizio in entrambi gli emisferi cerebrali.

In questi casi, secondo la ricerca di Evan C. Rosenberg, Richard W. Twisen, Benjamin J. Whalley e Orrin Devinsky, il cannabidiolo avrebbe effetti positivi sul numero di crisi.

Dolore

Il dolore è considerato come un sistema di protezione contro danni possibili o reali. Gli animali possono soffrire di disturbi articolari ed è possibile accorgersene quando si sdraiano a lungo, dormono anche di più o perdono l’appetito. In tal caso, il CBD aiuta a ridurre la sensazione di dolore e a rilassare il corpo del nostro animale domestico.

Ansia

L’ansia negli animali, come nelle persone, è uno stato mentale caratterizzato da nervosismo e insicurezza. I segni di ansia nei cani spesso includono ansimare, inappetenza, salivazione, irrequietezza e, in casi estremi, incontinenza. Oggi alcune persone usano il CBD per trattare le situazioni di tensione e serve come trattamento alternativo.

Nausea e vomito

Tra le principali cause acute di vomito nei cani troviamo: alimentazione impropria, intolleranza alimentare, sensibilità a determinati alimenti, avvelenamento da rifiuti, tra gli altri.

Per questo, puoi iniziare a dare piccole quantità di acqua o una soluzione elettrolitica. Se la situazione si complica, è consigliabile andare da un veterinario per esaminarla. D’altra parte, alcuni esperti affermano che il CBD ha un effetto positivo sugli animali quando si tratta di nausea.

Cancro

Il segnali di pericolo di cancro negli animali domestici sono simili alle persone. Lo svantaggio dei trattamenti tradizionali per questa malattia è che possono avere effetti collaterali. Da parte sua, alcuni studi hanno affermato che il cannabidiolo potrebbe arrestare la crescita delle cellule tumorali.

È stato utilizzato per una varietà di malattie come tumori e problemi correlati. Inoltre, diversi proprietari hanno approfittato dei benefici del CBD per trattare i loro animali con le cure necessarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.