Cos’è un test dell’udito?

UN test audiologico È la combinazione di procedure e tecniche diagnostiche che ci consentono di determinare se una persona ha ipoacusia e di conoscerne la gravità.

Il specialista dell’udito sarà incaricato di porre alcune domande relative alla capacità del paziente di percepire i suoni. In questo modo, è possibile controllare il livello di percezione uditiva del paziente, scoprire la sua storia familiare e informarsi su possibili esposizioni recenti a rumori molto forti, tra gli altri elementi diagnostici.

Nei centri Oi2, un sottomarchio di Gaes e con centri in tutta la penisola iberica e le isole Canarie, esiste il team di professionisti più qualificato per condurre studi audiometrici che consentono di determinare la qualità dell’udito di un paziente.

Cos’è l’audiometria?

Il termine audiometria si riferisce al test che consente di valutare la capacità di una persona di sentire i suoni. Innanzitutto, si deve tener conto che i suoni hanno variazioni in riferimento alla velocità con cui vibrano le onde sonore (tono), così come la loro forza e volume (intensità).

L’udito si verifica quando le onde sonore riescono a stimolare i nervi dell’orecchio interno, il tono e l’intensità del suono possono influenzare il corretto funzionamento del condotto uditivo.

Il sito web dei centri Oi2 offre una novità test dell’udito online che ti consente di ottenere una rapida diagnosi della salute dell’udito di una persona.

Come viene eseguito un test dell’udito?

Uno studio completo è suddiviso in fasi, che ci consentono di raggiungere una conclusione definitiva sul livello di udito di una persona e, in base a questo, formulare le raccomandazioni più adatte.

  • Fase iniziale. Il condotto uditivo viene esaminato con strumenti speciali e si possono osservare problemi nel canale e nel timpano, seguiti da test dell’udito.
  • Prova del tono. Utilizzando cuffie insonorizzate, viene valutata la capacità del paziente di sentire toni diversi.
  • Test di conduzione ossea. Viene eseguito posizionando un piccolo dispositivo dietro l’orecchio, che consente di determinare o escludere l’esistenza di un problema dell’orecchio medio.
  • Audiometria vocale. Si riferisce alla comprensione del linguaggio e ci consente di determinare se il cervello ha difficoltà a comprendere determinati suoni o il linguaggio umano.
  • Timpanometria. Con esso, viene valutata la mobilità di ciascun timpano.
  • Audiogramma. Si riferisce a un grafico descrittivo che descrive in dettaglio le capacità di ascolto di una persona.

Con le informazioni raccolte e adeguatamente analizzate, lo specialista può offrire diverse soluzioni come l’utilizzo di apparecchi acustici all’avanguardia e protezioni acustiche, fino a quando il caso non viene indirizzato a uno specialista in interventi chirurgici e impianti che consentono il recupero dell’udito, che può offrire una soluzione chirurgica.

A chi già utilizza dispositivi esterni per migliorare l’udito, gli specialisti del centro possono offrire consigli per migliorare l’esperienza audio, sfruttando i benefici e i vantaggi offerti dal stereofonia. Inoltre, i centri Oi2 offrono il servizio di riparazione e manutenzione di apparecchi acustici di qualsiasi marca, una questione importante per i pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.