Terrari, il miglior habitat per il tuo rettile

Rettili e anfibi sono animali che possono essere tenuti come animali domestici all’interno della casa, ma hanno bisogno di un ambiente e di un habitat speciali così possono sopravvivere.

Il terrari sono contenitori appositamente progettati per ricreare l’habitat di questi animali esotici, in un ambiente controllato, fornendo loro una casa sana e sicura che copra tutte le loro esigenze.

Fare un terrario per un animale è un progetto molto gratificante. È molto più che avere un piccolo animale domestico o costruire un habitat, è un mix di entrambi i mondi, come se stessi creando una biosfera.

Ma non si tratta di acquistare il terrario più economico, metterci dentro alcune piante e metterci dentro l’animale.

Ci sono alcune questioni importanti da considerare prima di iniziare a creare un habitat.

Prima di acquistare un terrario, devi sapere quale animale ci vivrà, poiché ogni rettile ha esigenze ambientali diverse.

Caratteristiche da cercare in un terrario

Taglia

Le dimensioni del terrario sono importanti per molte ragioni. Il primo è la dimensione del rettile. Per ovvie ragioni, avrai bisogno di un file spazio che è abbastanza grande per adattarsi comodamente.

Tieni presente che alcuni serpenti e lucertole possono raggiungere dimensioni considerevoli quando crescono.

Un altro fattore da considerare è il loro comportamento. Alcuni rettili richiedono ampio spazio per muoversi, così come diverse aree per prendere il sole, nascondersi, rinfrescarsi e persino nuotare.

Ecco perché è importante scegliere un terrario in base alle esigenze di spazio del tuo animale domestico, indipendentemente dalle sue dimensioni attuali.

Per fortuna esistono terrari di tutte le dimensioni, dal più piccolo faunario ai grandi terrari più imponenti.

Forma

La maggior parte dei rettili può vivere in un terrario multiuso, di dimensioni quadrate o rettangolari, due volte più grandi della loro altezza e larghezza.

Nel caso in cui l’animale abbia bisogno di esigenze particolari, come i rettili che sono abituati a vivere in luoghi alti, come alberi o muri, si può optare per un terrario alto.

E se è un rettile che striscia a terra, avrai bisogno di un file terrario basso, ma piuttosto ampio.

Pensa a dove lo metti in casa e assicurati che sia un posto sicuro per loro.

Ventilazione

Sebbene vivano in uno spazio chiuso, i rettili richiedono un’adeguata ventilazione. La maggior parte dei terrari ha pareti in vetro o plastica e la ventilazione avviene attraverso i fori nella parte anteriore.

C’è anche terrari in rete, per la massima ventilazione.

È possibile rimuovere la copertura del tetto e coprire il terrario con il filo per consentire il flusso d’aria dalla parte superiore del terrario. Attenzione però a mettere una rete che permetta agli animali di scappare.

Calore e luce

Alcuni rettili hanno esigenze molto particolari in termini di temperatura e illuminazione. La maggior parte dei terrari ha pareti trasparenti (in vetro o plastica), per far entrare la luce, ma a volte non basta, ed è necessario acquistare una lampada riscaldante o una luce, per poter stare alla giusta temperatura.

A prova di perdita

I rettili amano allontanarsi. Per evitare che il tuo rettile scompaia come Houdini, a terrario chiuso, con la parte superiore assicurata.

Per una maggiore sicurezza, è possibile coprire una rete metallica o un panno. Alcuni consigliano di spalmare un po ‘di vaselina attorno al bordo superiore per aiutare a fermare le perdite.

Umidità e acqua

Se l’animale richiede un ambiente umido, il terrario dovrebbe avere un coperchio chiuso, poiché la parte superiore della rete non può mantenere un livello adeguato di umidità. Tuttavia, non dimenticare la ventilazione.

Alcune specie di rettili necessitano di acquaterrari o terrari acquatici per soddisfare le tue esigenze. I vivai e le tartarughe sono l’opzione migliore.

Suolo

Il pavimento del terrario dovrebbe essere il più vicino possibile all’habitat naturale dell’animale. Ciò può richiedere materiali spugnosi e umidi, substrati sabbiosi con aree di scavo o ambienti misti con una zona umida per la balneazione e un’altra con terreno asciutto.

Decor

È comune mettere un’immagine di sfondo sul retro del terrario. Questo non solo dà al rettile la sensazione di essere a casa, nella natura, ma decora anche il luogo.

Di solito vengono posizionati anche piante, rocce, rami e altri oggetti appropriati all’animale che lo abita.

E se vuoi comprare tutto insieme, opta per i kit completi per terrari che contengono tutto il necessario per iniziare a tenere una certa specie di rettile.

Marca

Se vuoi evitare problemi a lungo termine, scegli un marchio di cui ti fidi che produce solo terrari di qualità, come Exo Terra.

Questi sono solo alcuni dei consigli per l’acquisto e la realizzazione di un terrario, in quanto esistono molte specie di rettili e anfibi, e ognuno avrà le sue specifiche esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.