I ritardi di pagamento, la grande piaga delle piccole e medie imprese

I dati su delinquenza in Spagna sono davvero inquietanti. Ad agosto 2017 si attestava intorno all’8,48% in relazione ai prestiti concessi da soggetti finanziari (banche, casse di risparmio, cooperative e società finanziarie), appesantiti dal calo del volume totale del credito.

In giustizia, questo è ben meritato, poiché è stato dimostrato che gran parte della crisi finanziaria che sta producendo questi livelli di insolvenza è dovuta alle politiche portate avanti da queste stesse banche.

Ma la delinquenza non è solo subita dalle istituzioni finanziarie, è un male inesauribile, che si nutre di se stesso e continua il suo percorso, contagiando le PMI e i lavoratori autonomi, all’inizio, ma alla fine, come una vorace pandemia, lo farà svilupparsi in tutto il tessuto produttivo della società, raggiungendo anche le grandi aziende.

Nella maggior parte dei casi il mancato pagamento è dovuto a forza maggiore, perché di fatto non ci sono fondi da destinare a fornitori o società ausiliarie, ma in altri casi alcuni imprenditori approfittano di questa paura generale, questa scusa della mancanza di credito per non affrontare i pagamenti. A che fare con questi uomini d’affari che giocano sporchi, agenzie come Icired non pagato, specializzata nel recupero crediti da società, inserendole in una pratica destinata ad essere uno strumento per la riscossione dei morosi.

Le PMI possono già contare su un’azienda che sta dalla loro parte, si schiera e crea un sistema molto efficace per la rivendicazione dei debiti insoluti, in modo che la ruota della delinquenza si fermi nella tua azienda e tu possa incassare e proseguire con la produzione senza problemi.

Come funziona Icired per renderlo così efficace

Come si dice, è il piccolo e medio uomo d’affari che subisce le conseguenze della delinquenza Prima di chiunque altro, è lui che ha bisogno della cassa sempre in transito per poter continuare con la sua produzione o con l’offerta dei suoi servizi.

Se ad un certo punto questo flusso economico si interrompe a causa del mancato pagamento di una qualsiasi delle società per cui lavora, ne risentirà inevitabilmente e non offrirà i suoi servizi con la stessa qualità, il che avrà un impatto sul mantenimento della sua lavorare con altre organizzazioni e clienti. SE, inoltre, il problema della morosità si ripete con il mancato pagamento di una o più altre società, il problema può portare alla chiusura del fallimento.

Icired è un file disponibile per le PMI e i liberi professionisti di tutto il mondo, che offre un file di delinquenza completamente online che serve a scambiare informazioni sulla delinquenza di persone e aziende per risolvere questi problemi in modo completamente legale.

La prima azione che viene esercitata da questa società sinistri è la richiesta certificata per il pagamento del debito, se dopo qualche tempo non risponde o non paga, viene inserita in questa pratica e vi viene comunicato.

Questa inclusione negli archivi di Icired viene pubblicata, condivisa e consultata quotidianamente da migliaia di aziende, in modo che l’azienda debitrice venga conosciuta dagli agenti commerciali che operano nel suo campo, rimanendo così isolata per le sue transazioni commerciali, perché, così come è logico, nessuno vuole lavorare con un’azienda che non soddisfa i pagamenti.

Il sistema utilizzato da Icired è altamente efficace ei dati devono essere inviati per confermarlo, poiché ha una raccolta del 58% di inadempienti effettuata con successo, con un totale di 2985 clienti pienamente soddisfatto di questi passaggi, passaggi che hanno incanalato un debito totale di 11.572.471,72 euro, cifre non trascurabili in tempi di crisi come quelli attuali.

Cattive notizie per gli inadempienti

In ogni caso la notizia che arriva dal congresso è molto positiva per le aziende che lottano contro le insolvenze, e cioè che il congresso sta studiando una possibile riforma legislativa che stabilisca sanzioni che possono arrivare fino a 819.000 euro se superano troppo nei tempi da pagare.

Il controllo della delinquenza è una delle priorità dei paesi membri dell’Unione Europea, che lo scorso febbraio hanno messo in guardia Spagna, Grecia, Italia e Slovacchia dall’obbligo di garantire la corretta applicazione Direttiva europea sui ritardi di pagamento, avvertimento su un procedimento sanzionatorio in caso di mancata adozione delle misure pertinenti ed efficaci richieste in questo caso, al fine di ridurre tali periodi di mancato pagamento eccessivi, che secondo i recenti Rapporto della piattaforma multisettoriale contro le insolvenze L’anno scorso i termini di pagamento nel settore privato erano in media di 77 giorni e quello del settore pubblico era di circa 71 giorni, troppo lontano dai 30 raccomandati dalla legge europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *