Il premio come miglior metodo per l’addestramento del cane

Addestra un cane Può essere uno dei compiti più divertenti che possiamo svolgere, purché la pazienza e l’amore siano i tuoi principali alleati. Ci sono molti metodi di allenamento, ma in questo post saremo propensi a far conoscere il metodo di ricompensa, come il più appropriato per il tuo animale domestico.

Gli animali domestici in casa sono un altro membro della famiglia. Decidere di assumere l’educazione di un cane è una responsabilità che si tradurrà sempre in una piacevole esperienza, purché dal suo arrivo si presupponga un piano di addestramento che lo aiuti a distinguere i propri limiti e ad individuare la voce dell’autorità della casa, un’attività che ha vari metodi.

In questo post ci appoggeremo a chi cerca ricompensare gli atteggiamenti positivi, piuttosto che punire permanentemente quelli negativi, quindi ti offriamo alcuni motivi per optare per loro.

Prima di tutto, l’addestramento alla ricompensa consiste nel dare comandi costanti, utilizzando sempre le stesse parole associate alla reazione che vogliamo ottenere, accompagnate da un elemento gratificante per il tuo animale domestico. Sebbene le carezze siano qualcosa che gli piace, all’inizio dovresti cercare tecniche più elementari come il cibo, in quanto facilita l’associazione.

Gli specialisti assicurano che i cani imparano con la ripetizione, quindi se ogni volta che si siede – o gli diciamo come farlo – gli diamo un premio, penserà che quando sentirà l’ordine di “sedersi” riceverà del cibo. “A poco a poco dobbiamo distanziare i premi quando si dà l’ordine e sostituirli con carezze o buone parole, così che alla fine ci obbedisce solo perché glielo diciamo e la sua unica ricompensa sarà un “molto buono”. Altrimenti il ​​nostro cane ci obbedirà solo se gli diamo da mangiare ”.

A questo proposito, lo psicologo canino Erick farina assicura che sia importante essere chiari sulla differenza tra ricompensa e incentivo. Il primo, assicura lo specialista, “non è visibile o comunque non è direttamente accessibile al cane finché non ha avuto il comportamento desiderato. L’incentivo è subito disponibile e il cane non può sapere quale comportamento gli ha permesso di realizzarlo ”.

Per fare un esempio: fa notare che “molte persone, non facendo venire il cane quando viene chiamato, gli mostrano del cibo per attirarlo. Non c’è dubbio che in tali condizioni il cane arriverà ma, dopo, riprodurrà quel comportamento solo se vedrà il cibo, che in questo caso ha una funzione di incentivo. In questo caso, la ricompensa consisterà nel dargli un premio quando il cane avrà risposto alla chiamata e verrà ”.

Come scegliere i premi giusti?

A volte sembrano tutti uguali, ma se leggi attentamente gli ingredienti e le caratteristiche delle loro confezioni o scatole, vedrai che ci sono differenze notevoli. Alcune raccomandazioni di specialisti a questo proposito sono:

  • Gli snack che contengono alti livelli di calcio sono i più ideali per i cuccioli.
  • Per i cani obesi ci sono quelle leccornie leggere, anche se meno frequenti.
  • Evita tutti quei prodotti che contengono additivi, conservanti e coloranti, i migliori sono quelli naturali e con meno pigmenti.

Le ricompense dovrebbero essere date solo quando il tuo animale domestico obbedisce a un ordine o sta bene qualcosa che gli hai insegnato.

Un buon piatto può anche essere un frutto o un pezzo di tacchino a basso contenuto di grassi. Non dovresti limitarti a dare loro solo biscotti, ci sono anche tanti cibi che possiamo utilizzare per premiarli, alcuni più sani di altri.

Molti negozi online offrono una varietà di prodotti gustosi per accompagnare le routine con il tuo animale domestico. Alcuni, come Dolcetti per cani al CBDHanno anche sviluppato alimenti speciali per cani ansiosi o molto nervosi, i cui ingredienti (come l’olio di canapa) li aiutano a rimanere più calmi e rilassati, contribuendo a quello stato d’animo necessario per poter assimilare con facilità la routine di allenamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *