Riepilogo del giornale del martedì: Housebuilders, LSE, RBS

Secondo un nuovo rapporto, più di una persona su sei che lavora in cantieri edili in Gran Bretagna proviene da altri paesi dell’UE, raggiungendo la metà dei lavoratori del cantiere a Londra. Un sondaggio condotto su 37.000 lavoratori dell’edilizia abitativa in tutta la Gran Bretagna mostra che il 17,7% proviene dall’UE. Più della metà proviene dalla Romania, con il 12% dalla Polonia e quasi il 10% dall’Irlanda. – Guardiano

Le aziende non sarebbero costrette a nominare i lavoratori nei loro consigli di amministrazione e invece sarebbero autorizzate a scegliere come intendono ascoltare le opinioni dei dipendenti, secondo le proposte di revisione delle regole del consiglio. Le proposte, che saranno pubblicate martedì, sembrano confermare che la promessa di Theresa May di mettere i lavoratori nei consigli di amministrazione – fatta durante la sua campagna lo scorso anno per diventare leader del partito conservatore – è stata abbandonata. – Guardiano

Il miliardario degli hedge fund Sir Christopher Hohn non mostra segni di tornare indietro nella sua campagna per estromettere il presidente della Borsa di Londra, ignorando la richiesta del consiglio di ritirarsi emettendo un dossier graffiante. Il Children’s Investment Fund (TCI), che è gestito da Sir Christopher e possiede il 5% dello scambio, ha redatto un documento di 14 pagine che delinea il motivo per cui il presidente Donald Brydon dovrebbe andare, prima di un voto cruciale degli azionisti sulla questione. – Telegraph

La debolezza della sterlina indotta dalla Brexit ha aiutato Londra ad attrarre più visitatori di qualsiasi altra destinazione europea quest’anno, nonostante un’ondata di attacchi terroristici nella capitale. Il numero di visitatori europei a Londra è aumentato del 24% quest’anno, secondo i dati dell’agenzia di viaggi online eDreams, aiutando la città a diventare la destinazione più visitata d’Europa. – Telegrapgh

La Financial Conduct Authority ha deciso di non pubblicare un’indagine estremamente critica sulla sistematica cattiva gestione di migliaia di piccole e medie imprese da parte della Royal Bank of Scotland perché temeva di essere citata in giudizio per “trattamento ingiusto” da parte della banca. Nonostante abbia riconosciuto l’interesse pubblico a svolgere la sua indagine completa sul Global Restructuring Group della banca, la FCA ha concluso che farlo esporrebbe a un “rischio inaccettabile di azione legale di successo da parte degli attuali / ex manager di RBS”, verbali interni del consiglio visionati da The I tempi mostrano. – I tempi

È stato messo in scena in mezzo a una tempesta di tagli di prezzo e pubblicità generale, ma tutti quei negozi che avevano riposto le loro speranze in una miniera d’oro dello shopping del Black Friday si sono chiesti: “Ne è valsa la pena?” Il British Retail Consortium ha affermato ieri che gli sconti di massa intesi a invogliare i clienti a separarsi dalla loro liquidità sempre più limitata hanno portato a una crescita delle vendite “magro” il mese scorso. – I tempi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.