Riepilogo del giornale di martedì: Irlanda del Nord, Tom Hayes, compagnie di assicurazione

I controlli Brexit sui prodotti animali e alimentari che arrivano nei porti di Belfast e Larne sono stati sospesi tra i timori sulla sicurezza del personale, ha detto il ministero dell’agricoltura dell’Irlanda del Nord. La decisione è arrivata dopo che lunedì notte il consiglio comunale di Mid and East Antrim ha deciso di rimuovere 12 del suo personale al porto di Larne con effetto immediato, a seguito di un “aumento di comportamenti sinistri e minacciosi nelle ultime settimane”. – Guardiano

Più di 200.000 famiglie potrebbero subire ritardi nella riparazione delle caldaie durante alcune delle settimane più fredde dell’inverno poiché il sindacato GMB chiede di riprendere lo sciopero del British Gas da venerdì. Il sindacato ha invitato i suoi membri che lavorano come ingegneri sul campo per il più grande fornitore di energia della Gran Bretagna a smantellare gli strumenti per altri cinque giorni come parte di una risposta a livello nazionale ai piani di “incendio e riassunzione” dell’azienda. – Guardiano

Il Governatore della Banca d’Inghilterra e altri alti regolatori hanno mostrato una “mancanza di giudizio” chiedendo di non essere nominato in un rapporto nella risposta del cane da guardia della City allo scandalo degli investimenti della capitale e delle finanze di Londra, hanno detto ai parlamentari. Andrew Bailey, che ha guidato la Financial Conduct Authority fino allo scorso marzo, è stato uno dei tre dirigenti nominati il ​​mese scorso in un rapporto schiacciante da Dame Elizabeth Gloster nella gestione dello scandalo LCF da parte della FCA. – Telegraph

La prima persona condannata da una giuria per aver manipolato il Libor ha accusato il suo ex datore di lavoro UBS di usarlo come una “pedina dei negoziati” durante lo scandalo e si è impegnata a riabilitare il suo nome pochi giorni dopo aver terminato un periodo di cinque anni e mezzo in prigione . Nella sua prima intervista dal suo rilascio venerdì scorso, Tom Hayes, 41 anni, ha detto al Times che “assolutamente” credeva che la sua condanna per manovre Libor sarebbe stata ribaltata. – I tempi

Le compagnie di assicurazione sono state accusate di “trascinare i piedi” sui pagamenti Covid-19, nonostante una sentenza della Corte Suprema che dovrebbe aprire la strada ai pagamenti a decine di migliaia di società. Gli studi legali che rappresentano i richiedenti che ritengono di avere un credito valido sulle loro polizze assicurative per interruzione dell’attività affermano che c’è il timore che le aziende possano andare contro il muro prima di ricevere un accordo. – I tempi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.