Riepilogo del giornale di martedì: Napster, controlli alle frontiere, Notonthehighstreet

Secondo due sondaggi separati, le nuove dure misure di blocco della Gran Bretagna hanno intaccato la fiducia dei consumatori e ridotto la spesa a livelli mai visti dalla primavera scorsa. Sia il British Retail Consortium che Barclaycard hanno affermato che la spesa di gennaio è stata la più debole da maggio, poiché il boom dell’attività online non è riuscito a compensare completamente la chiusura dei negozi. – Guardiano

Napster farà il suo debutto sul mercato azionario di Londra alla fine di questo mese, segnando la prima volta che il pioniere dello streaming musicale ha avuto la sua quotazione pubblica in 22 anni di storia. Napster, che inizierà a fare trading sul mercato degli investimenti alternativi dal 26 febbraio, è quotato a Londra a seguito dell’acquisizione inversa da parte di una startup britannica di tecnologia musicale la scorsa estate da 70 milioni di dollari (53 milioni di sterline). – Guardiano

L’anno scorso i consulenti hanno raccolto 17 milioni di sterline dai controlli alle frontiere del governo, poiché i porti sono stati costretti a prepararsi per la fine del periodo di transizione della Brexit. L’anno scorso sono stati effettuati oltre ottanta pagamenti a sei consulenti per il lavoro con il Border Delivery Group, il comitato responsabile dei piani o per altri contratti correlati, come mostrano i dati dell’HMRC. – Telegraph

Notonthehighstreet è stata acquistata da Great Hill Partners, una società di investimento americana. Il rivenditore di articoli da regalo online, che vende regali personalizzati come libri, gioielli e giocattoli, ha raccolto i frutti di un boom degli acquisti online durante la pandemia. Nell’ultimo anno, i ricavi dell’azienda sono aumentati di oltre il 50% poiché l’attività ha attirato quasi un milione di nuovi clienti e ha portato 500 nuovi piccoli partner commerciali. – I tempi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.