Riepilogo del giornale della domenica: Vaccines, Impeachment, Jack Ma

A ogni adulto nel Regno Unito verrà offerto un vaccino entro l’autunno, Matt Hancock ha promesso oggi, sostenendo che il programma di inoculazione era sulla buona strada per raggiungere il suo primo obiettivo entro il 15 febbraio. La segretaria sanitaria ha detto che le cifre che verranno aggiornate quotidianamente da domani mostrerebbero che un terzo degli over 80 era già stato offerto un colpo Covid. Il signor Hancock ha affermato che l’adozione del vaccino è stata finora “fantastica” in vista dei dati di domani, che dovrebbero fornire la prima ripartizione dettagliata dei progressi compiuti finora. – Sunday Times

I democratici che chiedono la rimozione di Donald Trump a seguito delle mortali rivolte del Campidoglio degli Stati Uniti introdurranno articoli di impeachment già lunedì, ma potrebbe essere disposto ad aspettare un processo al Senato fino a molto tempo dopo che Joe Biden entrerà in carica tra nove giorni. Gli scacchi politici a Washington sono continuati domenica, mentre la Casa Bianca ha tardivamente abbassato la bandiera degli Stati Uniti a metà bastone, in onore di coloro che sono morti mercoledì. – Guardiano

“[Carson] Block, uno degli investitori attivisti più famosi al mondo, ha detto [Jack] MaLa scomparsa è “solo uno dei motivi” per cui sta scommettendo contro le aziende cinesi. Ha detto che la sua principale preoccupazione sono pratiche contabili fraudolente, ma ha anche criticato la scarsa supervisione del modo in cui sono gestite le aziende e l’enorme potere del regime cinese sulle aziende del paese. Le azioni di Alibaba – la risposta della Cina al gigante dello shopping Amazon e una delle più grandi società del mondo – sono diminuite di circa il 25% da ottobre, quando il fondatore Ma ha fatto commenti critici sul regolatore cinese e sulle banche statali “. – Financial Mail di domenica

Rivenditori affrontare un “bagno di sangue” finanziario mentre i contabili messi a dura prova dalla pressione di controlli severi e restrizioni di blocco si preparano a colloqui con le autorità di regolamentazione per dare alle aziende più tempo per presentare i propri conti. Le difficoltà poste dal blocco arrivano quando i contabili si preparano a difficili audit di aziende in difficoltà, in particolare nel settore della vendita al dettaglio, dove potrebbero non essere in grado di confermare la capacità delle società di continuare a funzionare come un’impresa. – Sunday Telegraph

Pechino rischia di innescare una stretta creditizia Cina mentre torna alla sua spinta a tagliare i debiti dopo essere sopravvissuto al peggio del Covid-19. Gli analisti hanno avvertito che la seconda economia mondiale ha iniziato a reprimere nuovamente la crescita del credito aziendale e rischia di inasprire troppo la politica a causa dei suoi sforzi di riduzione della leva finanziaria. – Sunday Telegraph

L’economia britannica si è ridotto di oltre il 3% nel blocco di novembre, le cifre dovrebbero mostrare questa settimana. In media, gli economisti si aspettano che il PIL sia sceso del 3,4%, sebbene alcuni esperti ritengano che il calo sia stato molto più ripido. L’economia era cresciuta per sei mesi consecutivi, con un PIL in aumento dello 0,4 per cento in ottobre, prima che il governo ordinasse la chiusura di bar, ristoranti e negozi non essenziali a novembre. – Posta finanziaria domenica

Grandi aziende hanno restituito miliardi di sterline in prestiti della Banca d’Inghilterra garantiti dai contribuenti che sono stati emessi da quando la pandemia ha colpito la Gran Bretagna. Un’indagine di The Mail domenica ha rilevato che la catena di centri commerciali Westfield, il conglomerato di macchinari industriali CNH – sostenuto dalla dinastia italiana dietro la Fiat – e il produttore britannico JCB hanno tutti saldato i loro prestiti nell’ultimo mese. La metà dei 14 maggiori prestiti di un elenco ufficiale pubblicato lo scorso giugno è stata ora rimborsata. Quei sette prestiti valevano 4,2 miliardi di sterline. – Posta finanziaria domenica

Durante i primi mesi della pandemia, fino a 1.000 dipendenti del NHS hanno ricevuto pacchetti benessere gratuiti, tra cui vitamina C, vitamina D e zinco – da un’iniziativa volontaria chiamata Frontline Immune Support Team, su richiesta informale da parte dei medici. E poiché le vendite di integratori di vitamina D sono aumentate in modo significativo, alcuni medici lo consigliavano in modo informale ai pazienti. – Guardiano

Il nuova variante del coronavirus che sta investendo il Regno Unito è estremamente improbabile che eviti le risposte immunitarie generate dai vaccini o da una precedente infezione da Covid, dicono gli scienziati. I ricercatori negli Stati Uniti hanno scoperto che gli anticorpi raccolti da ex pazienti molto raramente hanno preso di mira parti del virus che erano mutate nella nuova variante. Il loro lavoro suggerisce che solo lo 0,5% degli individui è a rischio di avere una protezione ridotta contro la variante, denominata B.1.1.7. – Guardiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.