Beeks cerca posizioni di scambio su AIM per accelerare la crescita

Operatore fintech redditizio Beeks Financial Cloud Group prevede di raccogliere 7 milioni di sterline quando fluttuerà sul mercato junior AIM di Londra alla fine di questo mese.

Beeks, fondata nel 2010 e portata sul mercato da Cenkos, consulente e broker nominato, fornisce servizi di elaborazione e connettività per il trading automatizzato di futures e prodotti finanziari forex.

Non è affatto un AIM che spera di sperare, la capitalizzazione di mercato prevista della società di 24,5 milioni di sterline si basa su un business solido che ha prodotto una crescita dei ricavi dal 2014 e generato un profitto operativo in ogni anno finanziario dalla nascita.

Per l’anno fino al 30 giugno 2017, Beeks ha registrato un fatturato di 4,0 milioni di sterline, in crescita del 48% rispetto ai 2,7 milioni di sterline dell’anno precedente, principalmente guidato dalle vittorie di clienti istituzionali e da ulteriori vendite ai clienti esistenti.

Dopo aver trasferito la sede centrale e il centro delle operazioni di rete nel Regno Unito, dopo essere stato fondato con un’unica sede nel New Jersey negli Stati Uniti, Beeks ha sviluppato una piattaforma tecnologica specificamente progettata per ambienti di trading automatizzati sensibili alla latenza e fornisce risorse di elaborazione a bassa latenza su richiesta ai clienti attraverso la connettività diretta a vari scambi finanziari globali.

I clienti includono circa 165 istituti finanziari e oltre 6.000 client di server privati ​​virtuali diretti / indiretti in tutto il mondo, con più di 30 broker forex che utilizzano la piattaforma Beeks come prodotto “white label” per i propri clienti.

Gordon McArthur, fondatore e amministratore delegato, ha finora sviluppato l’azienda in modo organico e attraverso due acquisizioni.

“Riteniamo che ci sia una chiara opportunità per accelerare questa crescita con finanziamenti aggiuntivi e vedere i mercati dei capitali come una scelta ovvia, data la natura della nostra attività. Sono entusiasta delle prospettive che ci attendono”.

Ha affermato che in qualità di fornitore leader di tecnologia nel trading automatizzato di forex e futures, Beeks operava in un mercato di nicchia in crescita.

“Accedendo alla nostra piattaforma basata su cloud, che ha collegamenti diretti con i principali centri commerciali in tutto il mondo, i nostri clienti sono in grado di fare trading rapidamente e ad una frazione del costo di costruzione delle proprie capacità”.

La piattaforma Beeks utilizza un modello di cloud computing, che consente ai clienti di accedere e gestire i servizi di trading di cui hanno bisogno tramite Internet su impegni di mese in mese. I clienti utilizzano un modello su richiesta o “paga per quello che usi” che fornisce capacità di trading a bassa latenza su larga scala ed è più veloce ed economico rispetto alla creazione della propria piattaforma server fisica su misura e all’ottenimento della connettività di rete da soli, il che potrebbe richiedere diverse settimane in quel momento il vantaggio commerciale del cliente potrebbe essere obsoleto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *