Clydesdale Bank annuncia la gamma IPO

National Australia Bank prevedeva la sua unità nel Regno Unito, Clydesdale Bank, per ottenere una valutazione compresa tra 175p e 235p per azione quando è fluttuata sul mercato di Londra all’inizio di febbraio.

A metà dicembre l’istituto di credito ha annunciato l’intenzione di vendere il 25% della banca agli azionisti istituzionali tramite un’offerta pubblica iniziale, con la scissione del resto ai propri azionisti.

Sia la scissione che l’IPO avrebbero dovuto essere completate all’inizio del mese prossimo, ma la prima non dipendeva da quest’ultima, ha detto Clydesdale in una nota.

L’intervallo di valutazione per le azioni annunciato da Clydesdale implicava una valutazione totale per il patrimonio netto del suo azionista compreso tra 1,54 miliardi di sterline e 2,07 miliardi di sterline.

Tra i principali punti di forza della banca, Clydesdale ha evidenziato la sua proposta “differenziata” rispetto agli sfidanti del Regno Unito.

Il 15 gennaio, Clydesdale ha dichiarato che la crescita del portafoglio prestiti della banca ha mantenuto il suo slancio, espandendosi a un clip del 6,6% nei tre mesi fino al 31 dicembre, mentre il suo margine di interesse netto per il periodo era stabile e in linea con la previsione a un 2,2% annualizzato. .

Secondo la BBC, l’istituto di credito ha indicato che potrebbe scegliere di non procedere con la quotazione o di effettuarne una più piccola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *